Quando ti guardi allo specchio, pensi che la tua pelle potrebbe essere più bella, se riuscissi a restringere quegli evidenti pori dilatati! Ma il problema è che non sai da dove partire.

In realtà, devi sapere, che c’è molto che puoi fare per rendere i pori meno evidenti sul tuo viso. Leggendo questo articolo scoprirai come intervenire sulla pelle mista riducendo i tuoi follicoli piliferi dilatati.

Pori dilatati cosa sono e perché compaiono

Diamo una piccola definizione di cos’è un poro dilatato. Si definisce poro dilatato, qualsiasi orifizio minutissimo che si apre sulla superficie cutanea in corrispondenza del follicolo pilifero che, per cause da definire, risulta dilatato oltre la norma.

I pori cutanei svolgono un’importante funzione per la pelle, sono capaci di garantire una naturale rigenerazione cutanea. Grazie a loro avviene la traspirazione, ovvero lo scambio di sostanze tra l’interno e l’esterno dell’epidermide.

Tuttavia a volte lo scambio può avvenire tra sostanze potenzialmente nocive per il mantenimento dell’equilibrio cutaneo e i pori dilatati non sono che la causa a tale cambiamento, riempiendosi di particelle inquinanti.

Perché compaiono i pori dilatati sulla pelle mista?

Una pelle mista è caratterizzata da una disomogeneità, data dalla presenza di zone molto secche alternata a zone molto grasse che rendono l’incarnato impuro. I pori dilatati si trovano per lo più nella zona grassa che presenta le caratteristiche della pelle seborroica. Di norma, tale area si riscontra nella zona T che interessa mento, naso e fronte.

A questo punto vediamo il vero motivo per cui notiamo i pori dilatati sul nostro viso. Le cause sono svariate e ognuno ha la propria.

Ti voglio proporre qui sotto, un elenco di quelle più frequenti, così che puoi iniziare a fare un’autoanalisi per capire come si sono sviluppati i pori dilatati che hai sul viso.

Eccessiva presenza di ormoni maschili

A meno che non ci siano, in corso, delle patologie alla tiroide, tendenzialmente è uno squilibrio di origine genetico-ereditario.

L’aumento di ormoni androgeni va a stimolare la sovrapproduzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee, chiamata anche seborrea, il cui sbocco è proprio il poro cutaneo. Il risultato è un’evidente dilatazione sulla superficie cutanea.

Errata routine giornaliera

Il secondo punto riguarda strettamente il modo in cui ci prendiamo cura della nostra pelle. Rifletti su come ti lavi il viso, come rimuovi il make-up, quali cosmetici usi e capirai che ci sono specifiche modalità per prendersi cura del proprio viso, nel momento che vuoi ridurre la presenza dei pori dilatati.

Stile di vita

Quando si parla di stile di vita facciamo subito riferimento all’alimentazione, importantissima per mantenere in salute l’intero organismo.

Ad una dieta equilibrata e studiata appositamente per le esigenze personali è sempre buona norma unire l’attività motoria, per il ripristino della microcircolazione cutanea e smettere assolutamente di fumare.

Il fumo, produce nel nostro organismo una quantità enorme di radicali liberi, dannosi per molte funzioni fisiologiche e che comportano l’invecchiamento precoce, il quale arresta il restringimento dei pori dilatati in una pelle mista.

Pelle mista con pori dilatati: cosa sono e perché compaiono

I trattamenti per la pelle mista con pori dilatati

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, una delle cause che porta alla dilatazione dei pori è il processo d’invecchiamento cutaneo. Venendo a mancare l’elasticità cutanea, data dal collagene, i follicoli non hanno più la capacità intrinseca di ridimensionarsi, come un tempo.

A livello di trattamenti estetici anti-age, capaci di risolvere la problematica dei pori dilatati, troviamo senza dubbio la medicina estetica, con tre percorsi differenti da poter intraprendere:

1. Peeling fotomeccanico

Grazie all’utilizzo di cromofori (particolare tipologia di atomi) si va ad applicare una stimolazione meccanica a livello del follicolo. Le ghiandole sebacee in seguito a questo “danno” si contraggono e dalla loro contrazione ne deriva, una maggior produzione di collagene, il restringimento dei pori, il miglioramento dello strato corneo della pelle e del tono cutaneo.

2. Radiofrequenza bipolare frazionata

Con questa tecnica si va ad agire proprio sulla produzione di collagene, aumentando l’elasticità della pelle.

Essendo un trattamento semi invasivo è necessario l’utilizzo di una crema anestetizzante: vengono eseguiti dei microfori cutanei che inducono coagulazione con formazione di un successivo edema, dunque nei giorni successivi al trattamento è obbligatorio l’utilizzo di una crema antibiotica.

Dopo una settimana dal trattamento inizierai a notare i primi miglioramenti che a distanza di tre mesi porteranno la pelle ad essere più luminosa con evidente riduzione della produzione sebacea e delle rughe sottili.

3. Botulino intradermico

Le funzionalità della tossina botulinica sono ormai ampiamente testate in ambito medico, purché venga maneggiata da personale qualificato.

Solitamente il suo utilizzo viene associato al trattamento anti-age delle rughe superficiali. Opera infatti come miorilassante, interrompendo il passaggio lungo le terminazioni nervose presinaptiche del neurotrasmettitore Acetilcolina. In questo modo viene meno la comunicazione tra i vari fasci muscolari.

Bloccando la funzionalità muscolare si va di conseguenza ad interrompere la continua produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee, migliorando le zone più critiche del viso.

Affidarsi ai trattamenti di medicina estetica, per il restringimento dei pori dilatati, ha i suoi lati positivi e negativi, vediamoli insieme.

Pro

  • Efficacia del trattamento e la sua lunga durata
  • Aumento della propria autostima
  • Miglioramento cutaneo, in quelle situazioni difficili dove la pelle è molto lesionata o soggetta a patologie croniche

Contro

  • Tempi di ripresa molto estesi
  • Frequenza con cui devono essere svolti questi trattamenti, per avere risultati duraturi nel tempo
  • Effetti collaterali che potrebbero subentrare

Considerando tutto quello che è stato spiegato precedentemente, da professionista nella cura della pelle, posso dire che la medicina estetica è l’ultima soluzione da adottare per migliorare una pelle mista con pori dilatati.

Si può e si deve intervenire prima che la situazioni diventi permanente!

Il laboratorio di Recare, da anni sviluppa, grazie alla biotecnologia, molecole con funzioni rigenerative in grado di ristabilire l’equilibrio cutaneo eliminando gli antiestetici pori dilatati.

Ecco perché è opportuno affidarsi ad un medico dermatologo per studiare la strategia più adatta e meno invasiva nella cura della pelle mista con pori dilatati.

Prodotto in Regalo

SIERO ACIDO JALURONICO CL (cross linkato)

“La prima valida alternativa al filler iniettabile”

Certi dei benefici che riscontrerai con l’utilizzo dei prodotti Recare vogliamo offrirti un prodotto in regalo.

Sì, hai capito bene dovrai pagare solamente le spese di spedizione di € 15,00. Approfittane subito!

I consigli per migliorare una pelle mista con pori dilatati

Prevenzione e scelta consapevole dei cosmetici, due capisaldi nella cura della pelle mista con pori dilatati, vediamo perché.

Prima di tutto prevenire, ma in che modo ti chiederai.

Dopo aver analizzato e compreso di che tipo è la tua pelle ed esserti orientato sulla variante mista o grassa, devi prendere in esame tutto ciò che ti viene in aiuto per fronteggiare gli inestetismi provocati da questo tipo di pelle, uno dei quali per l’appunto sono i pori dilatati.

1. Igiene quotidiana

Eliminare il materiale di scarto, sia interno che esterno, è essenziale per evitare che i pori si dilatano a dismisura, poichè l’accumulo delle impurità si verifica a livello del follicolo pilifero.

Le alternative che voglio proporti, tenendo conto che hai una pelle mista sono due:

Detoxing Cleanser Milk, adatto a rimuovere trucco ed impurità. La mattina è ideale per riattivare la microcircolazione ed aumentare la luminosità dell’incarnato.

Purifying Cleanser Cream, per una detersione profonda ma delicata. Questa crema detergente è studiata appositamente per le pelli seborroiche e/o infiammate. Ottima anche per la rimozione del make up, a contatto con l’acqua si trasforma in una mousse delicata capace di eliminare completamente sebo e impurità. Va utilizzata mattina e sera.

2. Alimentazione

I cibi che fanno bene ai pori dilatati ovviamente sono ricchi di vitamine e minerali come frutta e verdure, non contengono conservanti e hanno un indice glicemico basso.

Consumando questi alimenti all’interno di una dieta varia e bilanciata, regolarizzerai l’elasticità cutanea e la produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee.

3. Trattamenti esfolianti naturali

L’importanza delle maschere ormai è stata appurata. Ebbene si, anche nel caso della pelle mista con pori dilatati, abbiamo delle sostanze da applicare sul viso capaci di migliorare la condizione cutanea.

Si tratta dell’argilla verde, dell’aceto di mele e del succo di limone. Questi tre elementi se uniti all’acqua e tamponati sul viso doneranno alla pelle un effetto astringente e levigante. Unico appunto da fare, attenzione con la frequenza, basta un’applicazione alla settimana.

Nel caso tu voglia star al sicuro da eventuali effetti collaterali, come spiacevoli rossori, Recare Cosmetics ha sviluppato un trattamento esfoliante dalle alte performance.

Si tratta della Maschera Equilibrante Biotacare. Grazie all’alta concentrazione di alghe contenute al suo interno, drena i liquidi in eccesso diminuendo la circonferenza dei pori sul viso.

Pelle mista con pori dilatati: esposizione al sole

4. Esposizione ai raggi UVA/UVB

Abusare del sole, non è mai corretto, men che meno se hai la pelle mista o grassa. I tuoi pori sotto stimolazione UVA/UVB tenderanno ad allargarsi in maniera spropositata, a causa dell’aumentata produzione di sebo da parte delle ghiandole.

Inoltre potrai notare, col passare del tempo, un ispessimento dello strato corneo che renderà la tua pelle più dura e ruvida al tatto.

Questo non vuol dire che non puoi più esporti al sole, solo che dovrai farlo con la giusta protezione. Recare nel campo dei solari, ha creato una linea di cosmetici specifica per pelli miste, all’interno della quale potrai trovare il prodotto più adatto alle tue esigenze.

Dopo la prevenzione passiamo al secondo punto. Fondamentale è la scelta del cosmetico dalle caratteristiche migliori per una pelle mista con pori dilatati. Scopriamo insieme quali requisiti deve rispettare.

1. La pelle mista, tende a rilasciare elementi oleosi sulla zona T, perciò la texture migliore, ovvero la consistenza, deve essere leggera dal facile assorbimento.

2. Per quanto riguarda gli attivi, devono svolgere la funzione seboregolatrice, andando a modulare l’attività delle ghiandole sebacee, quindi la dimensione dei pori evitandone l’eccessiva dilatazione.

3. Le sostanze contenute all’interno dei cosmetici specifici per pelli miste, devono essere capaci di dar luogo al fenomeno dell’astringenza: si verifica quando uno di seguenti elementi va a indurre la contrazione della pelle e il restringimento dei pori:

  • Acidi, in grado di portare il Ph cutaneo a 4
  • Alcoli, che vanno ad estrarre l’acqua per osmosi
  • Polifenoli, capaci di complessare le proteine della pelle modificando i legami tra collagene e cheratina, affinché il poro si richiuda

Tale fenomeno, è bene ricordare, che è temporaneo e i meccanismi che entrano in gioco causano una riduzione nel volume di acqua cutanea.

Un piccolo promemoria per te che hai la pelle mista con pori dilatati

Riassumiamo tutto ciò che è stato detto, ecco le regole per prevenire la formazione dei pori dilatati:

  • Dedica del tempo alla skincare giornaliera: purifica e detergi
  • Scopri se la causa dell’iperproduzione di sebo è di tipo ormonale
  • Adotta un’alimentazione sana e bilanciata
  • Considera i trattamenti meno invasivi
  • Utilizza cosmetici che presentano attivi specifici per la pelle mista con pori dilatati
  • Consulta uno specialista della pelle, prima di intraprendere qualsiasi trattamento fai da te.

Porta sempre con te i consigli che ti ho dato, la bellezza del tuo volto ne gioverà e quando ti guarderai allo specchio potrai ammirare un viso sano e luminoso, privo degli antiestetici inestetismi della pelle.

Prodotto in Regalo

SIERO ACIDO JALURONICO CL (cross linkato)

“La prima valida alternativa al filler iniettabile”

Certi dei benefici che riscontrerai con l’utilizzo dei prodotti Recare vogliamo offrirti un prodotto in regalo.

Sì, hai capito bene dovrai pagare solamente le spese di spedizione di € 15,00. Approfittane subito!

Lascia un Commento