Molti fattori influiscono sulla pigmentazione della nostra pelle, andando a minarne l’uniformità.

Le macchie di iperpigmentazione sulla nostra cute sono dovute a delle irregolarità nella produzione di melanina da parte dei melanociti in alcune aree della nostra pelle. Le cause di questo accumulo di melanina sono molteplici, ma tra le più comuni vi sono l’acne, gli squilibri ormonali e l’età.

Oggi impareremo come prenderci cura di queste imperfezioni e come eliminarle o minimizzarle.

Macchie cutanee: come e perché si formano

I melanociti sono le cellule che producono la melanina, un pigmento fondamentale per proteggere la nostra pelle dai danni dei raggi UV.

In condizioni normali, l’esposizione al sole attiva uniformemente la produzione di melanina, donando alla nostra pelle un’abbronzatura luminosa e omogenea. In alcuni casi, però, sulla cute possono comparire e rimanere delle macchie solari antiestetiche.

Cause: acne, squilibri ormonali, età

Acne

I comedoni dell’acne, una volta scomparsi, possono lasciare sulla nostra pelle delle zone di iperpigmentazione. Ciò avviene perché il tessuto cutaneo in prossimità del comedone si comporta come una ferita ed è quindi particolarmente sensibile alla luce. Queste aree, esposte al sole, tendono a scurirsi più velocemente ed intensamente del resto della cute per l’accumulo di un eccesso di melanina, che permane anche dopo la guarigione del comedone, lasciando un segno di colore rosso-marrone sulla pelle.

Squilibri ormonali

Alcune macchie solari sono provocate da alterazioni ormonali di varia natura (gravidanze, uso di pillole anticoncezionali, patologie, …) e si manifestano sotto forma di chiazze irregolari di colore marrone-nocciola, principalmente concentrate sul viso in prossimità di zigomi, fronte e labbro superiore, estendendosi a volte anche su decolleté e orecchie.

Età

Dopo i quarant’anni alcune macchie solari tendono a comparire sempre più diffusamente sulla nostra cute. La loro manifestazione è dovuta al foto-invecchiamento della pelle e alla prolungata esposizione al sole nel corso degli anni. Le zone più colpite da queste macchioline circolari dal colore bruno scuro sono quelle più esposte ai raggi solari: viso, decolleté, dorso delle braccia e delle mani.

Prevenire l’iperpigmentazione con un’adeguata protezione solare

La cosa migliore è prevenire la comparsa di queste macchie cutanee utilizzando sempre una protezione solare adeguata al proprio tipo di pelle quando ci si espone al sole.

Ricorda che le creme solari, lungi dall’impedirti di abbronzarti, aiutano la tua cute a raggiungere un colorito omogeneo ed uniforme e la schermano dai danni dei raggi UV.

Scegli sempre con cura i prodotti a cui affidi la salute e la bellezza della tua pelle e cerca di utilizzare prodotti di qualità e specifici per il tuo fototipo.

Rimedi all’iperpigmentazione

Quando le macchie solari appaiono sulla nostra cute, abbiamo a disposizione diversi rimedi per opacizzare e ridurre l’iperpigmentazione di queste aree e, in alcuni casi, di farla scomparire completamente.

Un primo aiuto ci viene dalla natura: la vitamina C è infatti particolarmente efficace contro le cause e gli effetti dell’iperpigmentazione. Per scoprire tutti i benefici, leggi qui l’articolo relativo.

Un rimedio più mirato ed efficace sono invece i peeling chimici. I peeling sono formulazioni ideate appositamente per correggere e prevenire le iperpigmentazioni della cute, che ne migliorano anche la luminosità generale.

Recare, nella linea PXF, mette a disposizione una PEELMOISTURIZING CREAM, i cui attivi riducono le dimensioni delle macchie cutanee e, agendo su diversi stadi della sintesi melaninica e della sua distribuzione ai vari livelli epidermici, garantiscono l’uniformità del colorito dell’incarnato.

Lascia un Commento