Abbiamo già avuto modo di parlare dell’importanza che un’alimentazione corretta ha nella cura della pelle: mangiare in modo sano ed equilibrato è il primo passo per combattere le cause che portano all’infiammazione della cute e all’ipersecrezione sebacea.

Moderare, non eliminare

Il segreto di una buona alimentazione è l’equilibrio: mantenere la giusta proporzione tra gli alimenti permette al nostro organismo di assimilare i nutrienti per il buon funzionamento dei nostri organi e, di conseguenza, anche della nostra pelle.

Alcuni alimenti possono però influire negativamente sulla nostra cute, andando a favorire l’infiammazione e la produzione di sebo che al contrario, in presenza di pelli a tendenza acneica e seborroica, dovremmo limitare. È bene dunque fare attenzione a quattro categorie “a rischio”:


     Grassi saturi

Una buona norma per regolare la nostra alimentazione è quella di limitare il consumo di grassi, e in particolare quello di grassi saturi, contenuti principalmente in alimenti di origine animale, come latticini, carni grasse e salumi ma anche in alcuni grassi vegetali, come l’olio di palma. Da moderare, quindi, anche il consumo di alimenti fritti o particolarmente unti.

Ai grassi saturi bisogna preferire quelli insaturi, contenuti principalmente in alcuni prodotti di origine vegetale, come l’olio extravergine di oliva e alcuni olii di semi.


     Zuccheri

Indispensabili per l’apporto energetico del nostro organismo, gli zuccheri non dovrebbero però eccedere nella nostra dieta. In particolare occorre fare attenzione agli zuccheri aggiunti che troviamo nei prodotti confezionati e preferire invece quelli naturalmente presenti negli alimenti. Dolciumi come creme, prodotti da forno farciti, gelati e caramelle sono generalmente ricchi di zuccheri semplici e grassi saturi e dunque doppiamente dannosi per la salute della nostra pelle.

È importante fare attenzione anche alle bibite, che tendono ad avere un elevato tasso di zuccheri aggiunti e di additivi chimici: bere acqua è senz’altro il modo migliore per prenderti cura del tuo organismo, ma puoi orientarti anche su succhi di frutta naturali privi di zuccheri aggiunti, the e tisane.


     Alcolici e superalcolici

Da limitare in ogni caso per gli evidenti effetti negativi che ha sul nostro organismo, l’alcol è anche un nemico della nostra pelle. Gli alcolici hanno infatti un effetto vasodilatatore che provoca arrossamento cutaneo e disidratazione – andando ad aggravare le condizioni di pelli già sensibili e irritate – e stimolano la produzione di radicali liberi, che accelerano l’invecchiamento della cute.


     Additivi chimici

Effetti negativi sul nostro organismo in generale e la nostra pelle in particolare ci vengono anche dalle sostanze artificiali che troviamo in molti prodotti confezionati: conservanti artificiali, edulcoranti, coloranti artificiali, aromi artificiali. È bene limitare il consumo di questi prodotti e cercare di magiare il più possibile alimenti freschi e di stagione, di cui conosce la provenienza.

E il cioccolato?

Purtroppo anche il cioccolato, per l’elevato contenuto di zuccheri e di grassi saturi può diventare un nemico per la pelle acneica. La minaccia non viene però dal cacao, che ha invece numerosi effetti positivi sul nostro organismo e sul nostro umore! Concediti pure una pausa golosa ogni tanto ma ricorda di scegliere un cioccolato con un’alta percentuale di cacao e che contenga zuccheri e grassi aggiunti in minima parte.

Dieta equilibrata

Abbiamo visto quali siano gli alimenti da evitare per aiutare la nostra pelle a combattere l’acne, ma resta da capire come impostare una dieta corretta ed equilibrata.

     Cinque pasti

Il modo migliore di apportare nutrienti al nostro organismo è di suddividere i pasti in cinque momenti della giornata: la colazione costituire il 20% del totale, lo spuntino di metà mattina il 5%, il pranzo il 40%, la merenda il 5% e, infine, la cena il 30%. È fondamentale non saltare i pasti principali, mentre gli spuntini sono sempre facoltativi ma aiutano il nostro organismo a mantenere un apporto energetico costante e ad evitare eccessi dovuti alla fame.

     Cosa mangiare

Per mantenerci in salute è importante mangiare tutto nelle giuste proporzioni.

Metà del nostro fabbisogno dovrebbe essere coperto da frutta e verdura di stagione (privilegiando le verdure in un rapporto di 2 a 1), mentre l’altra metà dovrebbe essere equamente suddivisa tra carboidrati e proteine di qualità. In questo caso è bene preferire carboidrati complessi non raffinati e ricchi di fibre, come i cereali integrali, e fonti proteiche con un limitato contenuto di grassi saturi, come carni bianche, pesce, legumi e uova. Anche la frutta secca oleosa, ad esempio mandorle, noci e pinoli, contiene proteine e oli di qualità.

Lascia un Commento